A breve, acquisiti i risultati della due diligence richiesta da Toscana Aeroporti, potrebbe verificarsi la cessione dell’handling a Consulta SpA. Una cessione che non abbiamo mai condiviso, sulla quale abbiamo espresso la nostra netta contrarietà sia sul piano politico che istituzionale in varie sedi.

Abbiamo sempre considerato insufficienti i 24 mesi di vincolo di tenuta occupazionale, non chiaro il piano industriale e sempre aperta la grande questione dei lavoratori indiretti che non sarebbero beneficiari di alcuna tutela. L’apertura del tavolo con Toscana Aeroporti, ottenuto dall’assessora Nardini, è stato un passo importante e non scontato. Bene ha fatto la Regione Toscana, su richiesta anche dei nostri eletti, a sospendere l’erogazione del contributo di 10 milioni di euro fino a che non saranno chiare le garanzie per i lavoratori e le lavoratrici. Abbiamo raccolto in queste ore le preoccupazioni delle forze sociali dovute alla notizia della possibile imminente liquidazione del contributo da parte della Regione.

Chiediamo al presidente Giani e alla Giunta regionale di impegnarsi ad erogare tale somma, oggetto di intervento pubblico, come chiesto anche dallo stesso Consiglio regionale, solo e soltanto a seguito della chiusura del tavolo di confronto tra azienda e sindacati e delle avvenute garanzie sulle tutele occupazionali, anche dei lavoratori delle aziende in subappalto. Poiché crediamo che le priorità in questo momento siano la tutela piena e certa dei lavoratori e lo sviluppo sostenibile del nostro aeroporto, riteniamo importante non arretrare di fronte al futuro di centinaia di famiglie e del nostro territorio.

Valeria Valente,
Senatrice PD, Commissaria provinciale PD Pisa
Ranieri Del Torto,
Segretario PD comunale Pisa

CONDIVIDI